• Fonema-Italia-allarme-sordita

ALLARME SORDITÀ

Oltre 360 milioni di persone nel mondo hanno problemi di udito

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affermato la necessità di adottare provvedimenti per gestire l’aumento considerevole dell’ipoacusia. In particolare, nel maggio 2017 la WHO ha annunciato che la sordità deve essere una priorità da affrontare in quanto in crescita esponenziale a livello mondiale.

I numeri nel mondo

A livello globale si stimano circa 360 milioni di persone con problemi uditivi. Oltre la metà (360 milioni) convive con una ipoacusia di tipo invalidante. Si tratta di più del 5% della popolazione mondiale! Ed essendo l’ipoacusia collegata all’avanzare dell’età, l’invecchiamento generale della popolazione rischia di peggiorare la situazione. Secondo la Commissione Lancet, l’ipoacusia ha conseguenze molto rilevanti sulla vita delle persone, in termini di depressione, isolamento sociale e progressivo deficit cognitivo. Ma questa situazione comporta effetti profondamente negativi anche sull’economia. Il costo generale dell’ipoacusia non trattata è stimato infatti in circa 750 miliardi di dollari l’anno.

Fonema e il suo progetto legato a udito e mente

Fonema Italia è molto attenta a tutte le indicazioni che arrivano dall’OMS e agli studi presenti sulle più autorevoli testate scientifiche come “The Lancet – Healty Longevity”. Dal quadro scientifico emergono, dunque, problemi nella relazione udito e mente: sentire male porta all’isolamento, spesso provoca depressione ed entrambe le situazioni possono contribuire a generare un deficit cognitivo. Pensando alla prevenzione e alla cura, per andare incontro alla risoluzione di questi disagi, Fonema ha ideato il Metodo Fonema di cui il Test Udito&Mente® è il punto di forza.